Riassicurazione
Famiglia di Prodotto
Famiglia di Prodotto
Sinistri
Risk Consulting
Risorse e Strumenti
A proposito di AXA XL
A proposito di AXA XL
Comunicati Stampa
Contattaci

Il lockdown, misura senza precedenti imposta dai governi di tutto il mondo per arginare la diffusione del virus COVID-19, ha avuto un impatto notevole sul business e le aziende. In tutto il mondo, le imprese si sono adeguate adottando nuove modalità operative per garantire distanziamento sociale e adattarsi alla necessità di ridurre gli spostamenti delle persone.

In molti settori, ciò si è tradotto nel maggiore ricorso alle tecnologie autonome per svolgere determinate attività, così da limitare la necessità di contatti fisici tra esseri umani.

Dalle attrezzature mediche d'urgenza alla consegna della pizza, i veicoli autonomi sono utilizzati per le consegne, il tutto senza necessità di contatto umano. In Cina, per esempio, dove il COVID-19 ha esordito all'inizio di quest'anno con conseguenze tragiche, molti fornitori hanno accelerato l'adozione di veicoli privi di conducente per il delivery.

Il passaggio all'automazione trasferisce il concetto di responsabilità dall'errore umano al guasto di sistemi, tecnologie o componenti.

La tecnologia autonoma è utilizzata inoltre per mantenere in attività le supply chain oltre che per eseguire controlli di sicurezza e valutazioni del rischio.

Molte aziende avevano provveduto a integrare la tecnologia autonoma nelle proprie procedure operative già prima che la pandemia prendesse piede. Tuttavia, le restrizioni sul distanziamento sociale imposte dalla pandemia del COVID-19 sono state di incentivo per esplorare ancora più a fondo le opportunità operative offerte dalla tecnologia autonoma. Anche rispetto al punto di vista dei singoli individui, si registra una maggiore propensione all'idea di affidarsi all'automazione, grazie all’esperienza vissuta in questo periodo.

Di recente, il World Economic Forum (WEF) ha pubblicato un report intitolato "The Future of the Last Mile Ecosystem" secondo cui, entro il 2030, la domanda di servizi di e-commerce si tradurrà in un aumento del 36% dei veicoli di consegna senza conducente operanti nei centri urbani di tutto il mondo.

Tale significativo aumento, osserva il WEF, è alimentato considerevolmente dall'incremento della domanda di consegne contactless dovuta proprio alla pandemia del COVID-19. E’verosimile che questo trend in crescita probabilmente proseguirà anche al termine del lockdown, quando la vita ritornerà alla "normalità". In questo contesto, accanto alla tecnologia autonoma si sono sviluppate anche la gestione ed il trasferimento del rischio.

AXA XL ha maturato una comprovata esperienza nella tecnologia autonoma ed è quindi nelle condizioni di comprendere i rischi e le opportunità che essa comporta. La nostra partecipazione a diversi progetti, in particolare il nostro contributo all'iniziativa DRIVEN sostenuta dal governo britannico, ci ha permesso di avere una visione approfondita sulle diverse possibilità assicurative per le tecnologie e i veicoli autonomi.

AXA XL è stato il partner assicurativo nel consorzio DRIVEN, che ha impiegato una flotta di veicoli autonomi operanti al livello 4 tra Oxford e Londra: il progetto di autonomia più ambizioso di quel periodo.

Collaboriamo inoltre con Oxbotica, un'azienda tecnologica che da quattro anni si è specializzata in robotica mobile e sistemi autonomi: da questa collaborazione scaturisce una conoscenza approfondita del funzionamento di questa tecnologia e dei rischi che i clienti che la utilizzano devono comprendere, gestire, mitigare e trasferire.

Il passaggio all'autonomia trasforma il profilo di rischio di una azienda e, di conseguenza, viene annotato nel rispettivo registro dei rischi. Il ricorso all'automazione trasferisce il concetto di responsabilità dall'errore umano al guasto di sistemi, tecnologie o componenti. In molti casi, le tradizionali coperture per la Responsabilità Civile non sono in grado di soddisfare i risk manager che, nel proprio business sviluppano o si avvalgono ditecnologie autonome.

Maggiore sarà lo sviluppo in questo settore, più numerosi saranno i dati cui attingere per migliorare la comprensione dei rischi e delle opportunità offerte dall'autonomia. La nostra esperienza in questo ambito ha avvalorato la necessità di soluzioni specifiche per tali nuovi rischi in evoluzione, portandoci a sviluppare wording personalizzabili per lesocietà che utilizzano o sviluppano tecnologie autonome.

Quello delle tecnologie autonome è un settore stimolante e ricco di opportunità per il mondo delleimprese, ora che iniziamo a uscire dalla crisi del COVID-19 ma anche nel futuro. Negli anni a venire la tecnologia autonoma assumerà un ruolo di maggior rileievo nel quotidiano di ciascuno di noi; ci impegneremo al massimo per dare il nostro contributo nella mitigazione e nel trasferimento del rischio affinché ciò possa concretizzarsi.

  • Circa l'autore
  • Underwriter, Autonomous technologies
Il tuo nome
Il tuo cognome
Seleziona il tuo paese
Indirizzo email
Invalid Captcha
 

More Articles

Quick Links